Risotto alla zucca con crema di mandorle pelate


Difficoltà

Bassa

Preparazione

30 min

Cottura

20 min

Porzioni

2


INGREDIENTI

  • 180 g di riso Carnaroli
  • 400 g di zucca già pulita
  • 0,5 l di brodo vegetale
  • due cucchiai di pasta di mandorla pelata bio Amandino
  • uno spicchio d’aglio
  • un cucchiaio d’olio extra vergine d’oliva
  • noce moscata grattugiata
  • sale, pepe q.b.
  • parmigiano reggiano grattugiato a piacere

 

PROCEDIMENTO

Taglia la zucca, già pulita e sbucciata, a grossi cubetti di 3cm per lato ca. In un tegame largo con bordi alti, fai rosolare l’aglio con l’olio d’oliva, aggiungi la zucca, una tazzina da caffè d’acqua e una presa di sale. Cuoci con coperchio per 10 minuti, mescolando di tanto in tanto.

Nel frattempo prepara il brodo vegetale utilizzando le verdure fresche di stagione (carote, cipolle, sedano, prezzemolo), oppure con le verdure liofilizzate bio.

Quando tutto il brodo della zucca si è assorbito, elimina lo spicchio d’aglio, aggiungi il riso e fallo tostare per 1 minuto insieme alla zucca mescolando energicamente. Poi aggiungi poco alla volta il brodo e continua a cuocere a fiamma dolce, girando continuamente.

A fine cottura, aggiungi della noce moscata grattugiata fresca, il rimanente brodo e manteca tutto con un cucchiaio di crema di mandorle pelate Damiano. A piacere, si può insaporire con del parmigiano grattugiato fresco.

Spegni il fuoco, copri il risotto con il coperchio e lascialo riposare qualche minuto.

Decora con qualche foglia di basilico fresco e servi ancora fumante.

Questa ricetta
è realizzata con:

Le nostre ricette



Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione di terze parti. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso, leggi la informativa estesa. Proseguendo con la navigazione acconsenti a usare i cookie. Maggiori info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi